Madre e figlia “distanti ma vicine”

Nausicaa Galli covid

Non è facile accettare le rigide imposizioni che la pandemia ci ha costretti a seguire, soprattutto per chi, consapevole che il proprio familiare fragile è affidato ad altri, non può avvicinarsi o incontrarlo di persona.

Trasmettere fisicamente il proprio calore umano è importante, se non vitale, e nei mesi più bui dell’emergenza Covid-19 ci siamo dovuti contenere da questo punto di vista.
Ma c’è stato anche chi ha capito che le limitazioni imposte erano fondamentali per la sicurezza di tutti noi, e ha affrontato con coraggio prima il divieto assoluto, ora le restrizioni sulle visite in struttura, che ancora vigono per il benessere dei nostri ospiti.

Grazie a tutti i familiari, come Manuela, che ci dice:

“L’emozione di incontrarci di nuovo dopo un lungo periodo ‘distanti ma vicini’! La serenità nei mesi più bui di saperti al sicuro, nelle mani professionali che quotidianamente ci hanno tenute connesse!”

Manuela Brovia, figlia della Sig.ra Maria, nostra ospite